Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Punta massima in Puglia. I più bassi in Piemonte

Bankitalia:"I Mutui più cari sono al Sud"


Bankitalia:'I Mutui più cari sono al Sud'
11/08/2009, 17:08

A quel -16,5% corrispondente al costo della vita al Sud, il Senatùr, non ci stava e, sfruttando lo studio precedente di Bakitalia, il Partito del Carroccio è riuscito addirittura a portare in Parlamento la discussione sulle "gabbie salariali" e ad ottenere il beneplacito del Presidente del Consiglio. Oggi, sempre Bankitalia, pubblica un'altra statistica. I dati raccolti riguardano i mutui e i finanziamenti alle imprese e, con nessuna sorpresa degli esperti del settore, si scopre che, nel meridione, mutui e tassi di interesse per i prestiti concessi sono  più alti rispetto al Nord.
Il picco si registra in Puglia dove, il Taeg (Il tasso annuo effettivo globale sui nuovi prestiti a medio e lungo periodo) raggiunge punte massime che sfiorano il 5%; a dispetto del 3,9% registrato in Piemonte. In ultimo, quasi a voler invitare con decisione i partiti a valutare la gravità della crisi economica imperante; tralasciando le inutili ed autolesioniste smanie scissioniste della Lega, Bankitalia analizza le caratteristiche  della perdita cumulata di prodotto interno lordo fino ad ora registrata ed ottiene un dato allaramente: confrontando infatti le diverse recessioni economiche nei diversi periodi storici critici per il nostro paese si scopre che, quella attuale, è di gran lunga: "La crisi più grave e più lunga attraversata dall’economia italiana".
I numeri, in effetti, parlano chiaro e la classifica del disastro è questa: ultimo posto alla crisi del 1992-1993 con una contrazione acquisita dell'1,9%; secondo gradino del podio a quella del 1974-1975 con un 3,9% e primo posto assoluto a quella attuale che, nel primo semestre 2009, ha registrato un calo del 5,1%.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©