Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

E Renzi progetta di aumentarlo per coprire i tagli Irpef

Bce: "L'Italia non ha fatto progressi sul deficit"


Bce: 'L'Italia non ha fatto progressi sul deficit'
13/03/2014, 10:38

FRANCOFORTE (GERMANIA) - Bacchettata della Bce sull'Italia. Secondo l'istituto centrale, il nostro Paese non è stato in grado di ridurre il deficit come promesso. Infatti nel 2013 il rapporto deficit/Pil è stato del 3%, entro i limiti di Maastricht, ma lontano dal 2,6% che la Bce aveva richiesto. E per il 2014, dove il governo italiano ha previsto un deficit del 2,6%, c'è il rischio che la riduzione non ci sia. Infatti per il taglio Irpef, Renzi ha previsto di usare, almeno in parte, i 6,4 miliardi che porterebbero il deficit dal 3% al 2,6%. 

Nel report della Bce si esamina anche l'inflazione, che per statuto deve essere mantenuta sotto il 2%. E le previsioni dei prossimi anni garantiscono questo risultato: 1% nel 2014, 1,3% nel 2015, 1,5% nel 2016. Il rischio è solo che l'inflazione così bassa, unita alla crisi in corso, possa trasformarsi in deflazione, cioè in una riduzione dei prezzi; cosa che incrementerebbe la crisi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©