Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il bollettino mensile della Banca Centrale non è ottimista

BCE: mercato del lavoro deteriorato e fabbisogno pubblico elevato in Europa


BCE: mercato del lavoro deteriorato e fabbisogno pubblico elevato in Europa
12/04/2012, 11:04

FRANCOFORTE (GERMANIA) - Le cose vanno male, in Europa. Non è una novità, diranno molti; ed è vero. Ma questa volta a dirlo è anche la BCE, nel suo bollettino mensile.
SI affronta il problema del mercato del lavoro che si sta deteriorando, ma poi si passa subito ai dati sulla crescita economica e sul fabbisogno degli Stati. In particolare preoccupa il fatto che tanti Paesi (Italia, Francia, Belgio, Grecia, Olanda, Portogallo e Spagna) dovranno, nel corso del 2012, rifinanziare titoli di Stato per oltre il 20% del Pil. Questo rischia di dover richiedere ingenti quantità di denaro che il mercato potrebbe non avere, conducendo ad un rialzo dei tassi di interesse.
Poi viene confermato il dato che la crescita economica in Europa è assente. Nel 2012 si valuta una ulteriore contrazione del Pil medio, mentre la ripresa potrebbe affacciarsi timidamente solo nella seconda metà del 2013. Anche l'inflazione nel corso dell'anno dovrebbe mantenersi oltre il 2%, mentre nel 2013 dovrebbe diminuire.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©