Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Valutazioni discordanti in campo economico

Bce: preoccupazioni per Pil e lavoro. Merkel: abbattiamo il debito


Bce: preoccupazioni per Pil e lavoro. Merkel: abbattiamo il debito
10/05/2012, 10:05

Come si può definire chi prima crea un problema e poi si lamenta di quel problema che egli stesso ha creato? Banca centrale europea, per esempio. La quale nel suo bollettino mensile fa presente che il mercato del lavoro in Europa si indebolisce, così come la crescita, che si ridurrà dello 0,2%, secondo le previsioni. E il futuro non è roseo, aggiunge il bollettino, dato che si prevedono sviluppi negativi. Anche il graduale recupero della crescita, previsto per la fine di quest'anno, sembra messo a rischio, Tanto che le previsioni sono al ribasso, con una crescita del Pil per il 2012 del -0,2% (contro il -0,1% di 3 mesi fa), dell'1% nel 2013 (1,1% 3 mesi fa) e dell'1,8% in media fino al 2016, contro le vecchia previsione del 2%.
Questa mattina sul punto è intervenuta anche il cancelliere Angela Merkel al Bundestag (il Parlamento tedesco) dove si parlava degli eurobond. E si è scagliata ancora contro questa soluzione, affermando che sono "insostenibili". L'unica soluzione, secondo la cancelliera tedesca, è "accettare il fatto che la crisi attuale è un processo lungo e difficile, che risolveremo solo se attaccheremo la crisi alle sue origini, che sono i debiti orrendi e la mancanza di competitività di alcuni paesi europei".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©