Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Bollettino preoccupato della Banca Europea

BCE: tensione sul debito pubblico italiano, oltre al Belgio

Nel nostro Paese bisogna aumentare i salari

BCE: tensione sul debito pubblico italiano, oltre al Belgio
20/01/2011, 11:01

ROMA - Il bollettino di inizio anno della BCE mostra molta preoccupazione per la situazione economica europea nel 2011. La prima preoccupazione è la dinamica salariale, fermata dal fatto che in due Paesi come l'Italia e la Germania i salari solo cresciuti solo dello 0,5%, a fronte di una inflazione intorno al 2%. Se gli altri Paesi seguono questo esempio la crescita economica - che nei Paesi esterni all'Europa potrebbe essere più alta che nelle previsioni - rischia di impantanarsi.
Il secondo punto di preoccupazione sono le tensioni sul debito. Tensioni che non riguardano solo la Grecia o l'Irlanda, ma anche il Portogallo, la Spagna, l'Italia e il Belgio. Ma, continua il bollettino, gennaio da questo punto si è presentato bene, dato che il differenziale con i titoli di Stato tedeschi a 10 anni - che rappresentano uno dei punti di confronto inamovibili in questo campo - si è ridotto in tutti i Paesi europei, con la sola eccezione della Grecia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©