Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Una offerta meno conveniente dei normali sconti

"Benzina ad 1 euro al litro", gli inganni dello spot Fiat


'Benzina ad 1 euro al litro', gli inganni dello spot Fiat
20/06/2012, 15:06

ROMA - In questi giorni su tutte le principali TV c'è lo spot della Fiat che promette, su tutte le nuove autovetture Fiat acquistate, non uno sconto, ma la benzina "ad un euro al litro per tre anni", presso i rivenditori di carburante della IP. A parte il fastidio di doverne cercare uno (che non sempre è disponibile sottomano quando serve, soprattutto nel corso di un lungo viaggio), si tratta di una offerta conveniente? Altroconsumo ha provato a verificarlo.
Innanzitutto c'è da dire che l'offerta è limitata, nel senso che, oltre al limite dei tre anni, c'è anche un limite di litri, che vanno dai 1200 della 500 e della Panda ai 2500 della Freemont JTD. Se si raggiunge questo limite prima dei tre anni, l'offerta è finita. Quando si va a fare rifornimento, si consegna al gestore una scheda elettronica (che viene data al cliente al momento dell'acquisto) e il gestore scala i litri. Se immaginiamo che per i prossimi 3 anni il prezzo della benzina sarà stabilmente di 2 euro al litro, il risparmio per una 500 alla fine sarà di 1200 euro. Ben poca cosa, considerando che ci sono concessionari che offrono uno sconto di 2000 euro, se si rinuncia alla scheda. Ma anche con sconti inferiori, si tratta di un risparmio immediato. Quanto varrà un risparmio di 400 o 500 euro nel 2015? Inoltre, in questo periodo, si stanno succedendo gli sconti (Eni, Esso e Q8 stanno offrendo sconti di una ventina di centesimi al litro nel week end) che riducono l'efficienza dello sconto della scheda, che non è cumulabile con nessun altro sconto. Allora perchè oggi dovrei risparmiare 300 euro (60 centesimi effettivi di sconto per 500 litri nel primo anno) e rinunciare a 2000 euro di sconto immediato?
Per questo Altroconsumo si è rivolta all'Antitrust, accusando la Fiat di spot ingannevole.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©