Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Fmi: l'Italia avrà un rapporto deficit/pil al 4,3% nel 2011

Berlusconi: "Non metteremo mai una tassa patrimoniale"


Berlusconi: 'Non metteremo mai una tassa patrimoniale'
27/01/2011, 18:01

ROMA - Arrivano le prime anticipazioni su una intervista rilasciata da Silvio Berlusconi al quotidiano Il Foglio. In particolare il Presidente del Consiglio ha escluso l'introduzione di una tassa patrimoniale: "Una imposta patrimoniale, con il livello abnorme di pressione fiscale che si registra in Europa e in Italia, con i formidabili ostacoli che si frappongono alla crescita, sarebbe la via più breve per deprimere gli investimenti, mettere in fuga i capitali, impedire le riforme, riaccendere la corsa alla spesa pubblica improduttiva e alla creazione di nuovo debito. Bisogna fare esattamente il contrario: liberalizzare, privatizzare, riformare e incentivare la crescita dell'occupazione qualificata, della spesa per infrastrutture, dell'istruzione e della ricerca. La crescita è dietro l'angolo".
Oggi arriva quella che sembra una buona notizia per l'Italia: il Fondo Monetario Internazionale stima che nel 2011 il deficit italiano calerà al 4,3% del Pil, con un ulteriore calo al 3,5% nel 2012. Male invece il debito pubblico, che nel 2011 supererà il 120% del Pil, un livello mai più toccato dal 1996, prima dell'operazione di risanamento iniziata dal primo governo Prodi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©