Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

BERLUSCONI: STIAMO TRATTANDO CON UNA COMPAGNIA STRANIERA PER ALITALIA; ECONOMIST: SAREBBE UN MIRACOLO


BERLUSCONI: STIAMO TRATTANDO CON UNA COMPAGNIA STRANIERA PER ALITALIA; ECONOMIST: SAREBBE UN MIRACOLO
08/08/2008, 08:08

Dopo la sceneggiata tenuta ieri a Napoli, con la ramazza in mano (una ramazza nuova fiammante, mai usata, tenuta in mano in maniera goffa che dimostra come Berlusconi non sapesse neanche cosa fosse ndr), Silvio Berlusconi poi ha rilasciato una intervista al TG1, durante la quale ha parlato anche dell'Alitalia, annunciando che i problemi della nostra compagnia di bandiera sono quasi risolti, perchè sono stati trovati i capitali necessari, i soci, è stato redatto il piano industriale e si sta trattando con una grande compagnia di bandiera. Inoltre il Presidente del Consiglio ha assicurato che la linea su cui si muove il governo è "opposta alla svendita ad Air France che voleva fare il precedente governo e che comportava 7mila esuberi (falso! AirFrance ne voleva 2100, poi ridotti a 1600 dopo i primi colloqui con i sindacati, che volevano zero esuberi, ndr). Gli esuberi ci saranno ma sarà un numero minimo". Bisogna vedere che intende Berlusconi per minimo, visto che le stime più prudenti parlano di 4 o 5 mila esuberi, e si arriva anche a 10 mila, escluso l'indotto.

Ma la risposta più secca alle affermazioni di Berlusconi l'ha data l'Economist, che ha ricordato come, dopo che il Presidente del Consiglio fece saltare l'accordo tra AirFrance e Alitalia, cercò anche di riannodare i rapporti, ma ovviamente la compagnia di bandiera franco-olandese rifiutò di farsi strumentalizzare dal nostro premier. E adesso, afferma il prestigioso settimanale della finanza inglese, sarebbe un miracolo se AirFrance o Lufthansa decidessero di tornare sui loro passi e di acquistare Alitalia.

Ricapitoliamo: AIrFrance KLM o Lufthansa no, secondo l'Economist, che raramente sbaglia queste previsioni; British Airways ha già detto no in tutte le salse, perchè non è interessata; l'Aeroflot russa ha già detto che lo farebbe solo per obbedire ad un eventuale ordine di Putin, perchè Alitalia è un peso morto... ma quale altra grande compagnia è rimasta, a cui faceva riferimento Berlusconi ieri sera?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©