Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

BOJ TAGLIA IL TASSO DI SCONTO, MA NON SALVA LA BORSA DI TOKYO


BOJ TAGLIA IL TASSO DI SCONTO, MA NON SALVA LA BORSA DI TOKYO
31/10/2008, 08:10

La Bank of Japan, la Banca Centrale giapponese, ha deciso di tagliare il tasso di sconto dallo 0,5% allo 0,3%, allo scopo di abbassare le tensioni economiche interne e tranquillizzare i mercati. Si tratta di una manovra annunciata, la prima al ribasso dal marzo 2001, ma pericolosa: adesso la situazione è al limite e i margini per la BOJ sono ridotti al lumicino, se questo taglio non dovesse funzionare. Per ora è servito a limitare i danni all'indice Nikkei, che ha chiuso con un -5,01%, dopo un breve rialzo nell'immediatezza dell'annuncio. Probabilmente le nuove rilevazioni sulla crescia del PIL giapponese hanno destato allarme. Infatti, per l'anno fiscale 2008-2009 (i giapponesi calcolano così i periodi, da marzo a febbraio dell'anno successivo) si prevede una crescia ridotta dall'1,2% allo 0,1%, mentre per l'anno fiscale 2009-2010 la crescita è stata ridotta da +1,5% a 0,6%.

Ha chiuso in campo positivo invece Wall Street, con l'indice Dow Jones che ha segnato un +2,11%, sulla scia di quanto successo ieri in Europa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©