Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

BOOM DEI PRESTITI ON LINE TRA PRIVATI


BOOM DEI PRESTITI ON LINE TRA PRIVATI
23/01/2009, 09:01

Negli ultimi tempi, le banche hanno stretto molto i cordoni della borsa e difficilmente concedono prestiti; e quando lo fanno, alzano i tassi di interesse più del necessario. Questo ha portato allo sviluppo di una nuova forma di credito: i crediti on line tra privati. Non che il sistema sia nuovissimo, perchè esiste da diversi anni; ma sta conoscendo un boom inaspettato. Da una parte ci sono siti come zopa.it, in cui chiunque ha una somma da investire la conferisce in una sorta di cassa comune e viene remunerato ad un tasso medio; ma in questo modo ha la garanzia che - essendo le sue operazioni frazionate in tantissime minuscole operazioni - ben difficilmente perderà il suo capitale. D'altra parte, chi ha bisogno dei soldi, ottiene dei tassi di interesse che sono sensibilmente più bassi di quelli delle banche.

Dall'altra parte ci sono siti come boober.it (inizialmente per un refuso avevo scritto bloopers.it, il noto sito dove vengono pubblicati gli errori nei film, cfr. commenti sottostanti, ndr) che funziona come un social network, e quindi ciascuno può contattare un'altra persona e contrattare con lui le modalità del prestito. Che quindi variano da individuo ad individuo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©