Economia e finanza / Mercati

Commenta Stampa

Il crollo del mercato giapponese

Borsa: Tokyo in picchiata, Milano in parità

Da leader del 2013 a "Cenerentola" del 2014

Borsa: Tokyo in picchiata, Milano in parità
04/02/2014, 11:29

TOKYO - La Borsa di Tokyo crolla chiudendo a -4,18% ed è forte la preoccupazione per una ripercussione sulle economie di Usa, Cina ed Eurozona. La risposta di Milano è una partenza in netto calo per poi portarsi sulla parità (-0,06%). Bene in Piazza Affari i titoli Banco Popolare (+2,03%), Intesa (+1,13%), Enel (+1,34%) e Bper (+1,07%). Male Pirelli (-2,18%), Mediolanum (-1,84%), World Duty Free (-1,69%), Telecom (-1,50%) e Fiat (-1,19%). Gli altri mercati europei invece restano negativi (-0,45% l'Euro Stoxx).

Nel 2013 la Borsa di Tokyo aveva fatto segnare il record degli ultimi 40 anni con un balzo prossimo al 57%. Ma da leader dello scorso anno, questo primo scorcio del 2014 è da incubo, una continua picchiata. Secondo gli esperti, il motivo di questo costante calo è dovuto ai deludenti dati sull'attività manifatturiera Usa, scesa a gennaio ben oltre le attese.

Di contro, sia dollaro che euro hanno perso ulteriore terreno: la moneta americana si avvicina alla soglia dei 100 yen, mentre quella europea si ferma intorno a 136,6 yen.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©