Economia e finanza / Mercati

Commenta Stampa

Listini europei in calo. Lunedì nero per le Borse

Borse europee in crisi. Lo spread Btp-Bund sale a 533

Moody's boccia la Germania, ma il governo non ha paura

Borse europee in crisi. Lo spread Btp-Bund sale a 533
24/07/2012, 18:53

Torna la pressione a Piazza Affari, calano gli indici della Borsa e sale lo spread, il differenziale tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi. Il livello dello spread Btp-Bund ritorna ai livelli del novembre 2011, gli ultimi giorni del governo Berlusconi. Sono 533 punti base. Intanto il Ftse Mib scende del 3,03%, il Ftse All Share del 2,71%. Sono fermi i titoli di Mediolanum, Mediobanca, Mediaset, Generali, Enel, Mps, Bper e A2A.
Un po' tutte le Borse sono negative. In America si sente il peso della crisi, il Dow Jones perde lo 0,72%, il Nasdaq lo 0,50%. Il cambio euro-dollaro sfavorisce il Vecchio Continente e la moneta unica vale 1,2121 dollari. La Borsa di Tokyo chiude in ribasso dello 0,24%.
Dal governo italiano arrivano preoccupazioni. Il ministro dello Sviluppo Corrado Passera chiede un segnale immediato per arrestare la corsa dello spread: "Lo deve dare l'Europa ed è ora che lo dia".
E' stato un lunedì nero per tutti i listini europei. La Germania intanto è stata bocciata dall'agenzia di rating Moody's, ma il portavoce del governo tedesco Georg Streiter ha dichiarato: "Nessun dramma. I media cercano l'enfasi, ma noi non vediamo motivo per drammatizzare. Abbiamo preso atto dell'outlook di Moody's sul nostro paese, ne abbiamo preso atto e non diamo alcuna valutazione di questo annuncio. Il giudizio di Moody's colpisce un paese dal quale stanno provenendo gli aiuti. E posso solo aggiungere che la cancelliera ha più volte detto che le forze della Germania non sono illimitate. Sicuramente dopo l'annuncio di Moody's sul ribasso dell'outlook della Germania, non c'è da preoccuparsi che la cancelliera debba interrompere le sue ferie per questo motivo. Si tratta solo di un'agenzia di rating".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©