Economia e finanza / Mercati

Commenta Stampa

Lo spread risale a 283 punti

Borse europee proseguono negative, Milano la peggiore

Continua il calo in borsa in attesa delle elezioni

Borse europee proseguono negative, Milano la peggiore
21/02/2013, 14:42

MILANO - La Fed e la Cina appesantiscono le borse europee che sono tutte negative con Milano che segna la performance peggiore. Londra cede l'1,61%, Parigi l'1,78%, Francoforte l'1,77%, Milano il 2,75% e Madrid l'1,46%. I dubbi della Fed sul piano di sostegno all'economia, con un possibile cambiamento a marzo del quantitative easing, ossia di riacquisto bond e titoli ipotecari, mandano in rosso le Borse europee.

La peggiore in apertura e' ancora una volta Milano che cede l'1%, Parigi e Francoforte perdono invece lo 0,6%. A Piazza Affari ondata di realizzi sulle banche con le popolari in coda al listino a partire da Bpm (-2,1%). Ancora vendite su Mediaset (-1,8%) mentre A2A (-1,7%) ripiega dopo il balzo di ieri.

Sulla parita' Impregilo e Diasorin. Sul resto del listino continua il rally di Telecom Italia Media (+5,4%). Sul mercato valutario brusco calo dell'euro che si attesta a 1,326 dollari mentre le voci su un aumento della produzione di greggio in Arabia spingono al ribasso il petrolio in Asia, dove il Wti cede 57 centesimi a 94,65 dollari al barile.

A Milano lo spread risale a 283 punti base e le banche pagano subito dazio con Unicredit e Intesa Sanpaolo che cedono circa il 2,5%. La peggiore e' il Banco Popolare che lascia sul terreno il 3%. I realizzi colpiscono anche Salvatore Ferragamo (-2,4%) mentre continua il calo di Mediaset (-2,9%) in attesa delle elezioni del week end. Tra i titoli migliori, invece, ancora Parmalat (+0,05%) dopo il balzo di ieri e Finmeccanica (+0,25%) sulle indiscrezioni di un'offerta di Safran per Avio.

Per dare uno sguardo all'estero, a Parigi spicca il +3,9% di Vallourec dopo che il gruppo ha previsto un aumento di vendite e redditivita' per quest'anno; giu' invece banche e auto. A Francoforte finanziari in coda ma si salva Allianz (-0,4%) dopo i conti 2012 in crescita. A Londra rimbalza Bae System (+3,1%).
 

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©