Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

BORSE IN PICCHIATA, RITORNANO I TIMORI DI CRISI


BORSE IN PICCHIATA, RITORNANO I TIMORI DI CRISI
02/12/2008, 09:12

La situazione sui mercati sembrava essere in via di stabilizzazione, con le garanzie date alle banche dai vari governi e la Borsa che aveva ripreso negli ultimi giorni le sue normali oscillazioni. E invece ieri il patatrac. E' cominciato dall'Europa, con le Borse che hanno perso - virtualmente - oltre 300 miliardi e la Borsa di Milano che ha perso più del 6%. A ruota c'è stato il crollo dell'indice Dow Jones (-7,62%), con un dato che non si riscontrava da quasi tre mesi. E il nervosismo si è trascinato anche sulle Borse asiatiche, con Tokyo che ha segnato -6,35% e Sidney che ha dato un -4-41%, nonostante la locale Banca Centrale abbia tagliato il tasso ufficiale di sconto di un intero punto, al 4,25%.

Questi cali si sono riflessi anche sul prezzo del greggio, che questa mattina viene quotato a 47,36 dollari al barile. Era da maggio 2005 che non si registrava un valore così basso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©