Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I titoli Mediaset -8%, le banche in calo rapido

Borse: Milano -4%, spread a 538 punti, Btp oltre il 7%


Borse: Milano -4%, spread a 538 punti, Btp oltre il 7%
09/11/2011, 09:11

MILANO - Ancora una giornata da allarme rosso per l'Italia sui mercati internazionali, che evidentemente non hanno digerito il fatto che Berlusconi sia ancora Presidente del Consiglio. A reagire male sono soprattutto i titoli di Stato poliennali: i Btp a 2 anni sono stati piazzati al 7,05%, quelli a 5 anni al 7,14%. In controtendenza quelli a 10 anni il cui spread (la differenza) rispetto agli omologhi titoli tedeschi è salito a 538 punti base, portando il titolo oltre la soglia del 7% di interessi. E questo nonostante anche questa mattina la Bce sta comprando ancora titoli italiani.
Tuttavia è interessante considerare che si considera l'Italia più a rischio a 2 e a 5 anni ma non a 10. Segno evidente che i fondamentali economici italiani sono ritenuti solidi, ma che non c'è alcuna fiducia che le cose possano andare meglio finchè c'è Berlusconi.
Dati negativi arrivano anche dalla Borsa di Milano, che alle 11 segna un -4%. A trainare in basso sono tutti i titoli bancari, duramente colpiti dal crescente tasso di interesse dei titoli di Stato. Ma anche le aziende del premier, a cominciare da Mediaset che è stata sospesa per eccesso di ribasso ed adesso è valutata ad un -8,27%. Fa eccezione il titolo Mediolanum, uno dei pochi che sono in zona positiva.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©