Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Per le altre europee giornata non eccezionale

Borse: Milano la migliore europea sulla scia di Wall Street


Borse: Milano la migliore europea sulla scia di Wall Street
24/04/2012, 19:04

MILANO - Rimbalza piazza Affari dopo il tracollo di ieri, la migliore oggi tra le principali Borse europee, dopo essersi aggiudicata ieri la maglia nera. Chiudono in rialzo anche le altre principali Borse del Vecchio Continente, colpite ieri dalle vendite sull'onda della caduta del governo olandese guidato da Mark Rutte, uno degli alfieri delle politiche rigoriste, e della vittoria al primo turno delle presidenziali francesi del socialista François Hollande. A favorire il rimbalzo è Wall Street, partita positiva, anche se il Nasdaq resta ancorato intorno alla parità. Gli indici europei, che avevano limato molto i rialzi verso la fine della mattinata, hanno ripreso a salire intorno alle 15, quando sono arrivati i primi dati macroeconomici dagli Usa, nel complesso non eccezionali ma neanche tanto brutti da impedire un rimbalzo dopo i cali di ieri. «La nostra sensazione - spiega Vincenzo Longo, market strategist di Ig Markets Italy, nel Cfd Trading Outlook di questo pomeriggio - è che i dati macro non siano stati entusiasmanti, ma il mercato si attendeva probabilmente uno scenario peggiore, non bisogna dimenticare che veniamo da pesanti ribassi». A Milano Ftse Mib 14.192,77 punti (+2,48%), All Share 15.209,62 punti (+2,27%). Scambi per 1,96 mld di controvalore, in calo da 2,2 mld ieri. Lo spread Btp-Bund chiude sotto quota 400 punti, a 398 punti dai 409 di ieri. A Parigi Cac 3.169 (+2,29%); a Madrid Ibex 6.999,9 (+2,24%); ad Amsterdam Aex 304,68 punti (+1,13%); a Francoforte Dax 6.590 (+1,03%); a Londra Ftse 5.709,49 (+0,78%); a Lisbona Psi 20 5.140,31 (+0,71%); a Bruxelles Bel 20 2.204,22 (+0,59%); a Zurigo Smi 6.124,84 punti (+0,16%). Intorno alle 18.40 a New York Dow Jones +0,69%, Nasdaq -0,14%. «Domani - continua Longo di Ig Markets - sarà una seduta cruciale con dati macro importanti e in serata sarà rilasciato il comunicato del Fomc. Sarà interessante notare i commenti ai recenti dati del presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, che potrebbe dare indicazioni sul futuro del quantitative easing, anche se ci attendiamo che maggiori indicazioni in questo senso potrebbero arrivare nel corso nei prossimi mesi (maggio o giugno) in vista della scadenza dell'operazione twist». Sul mercato valutario l'euro risale a 1,3202-03 dollari, arrivando a testare la resistenza a 1,3220. «Ci attendiamo - continua Longo - che domani il cambio possa continuare a salire se dalle parole di Bernanke dovessero trapelare indiscrezioni sul futuro quantitative easing. In tal caso però l'apprezzamento della valuta dipenderebbe solo dalla vendita di dollari Usa da parte degli operatori». L'oro al London Bullion Market chiude a 1.649,5 dollari l'oncia al fixing pomeridiano, in rialzo dai 1.638,75 dollari del fixing di stamani.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©