Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Campania: passi avanti verso lo small business act


Campania: passi avanti verso lo small business act
25/02/2011, 13:02

Napoli, 25 febbraio 2011. Presentato dal vicepresidente della commissione Ue, Antonio Tajani, “mister Pmi»: Daniel Calleja Crespo, direttore generale aggiunto della Dg Industria e Impresa in seno alla Commissione europea. La nuova figura sarà il guardiano dell’attuazione dello Small Business Act e delle politiche europee a favore delle piccole e medie imprese, nonché l'interlocutore costante delle industrie all’interno dei servizi della Commissione europea. A tale novità, si aggiungeranno poi una serie di nuove azioni finalizzate a diminuire tempi e costi per costituire una società e facilitare l’accesso al credito.

Dunque, passi avanti verso l’approvazione della revisione dello Small Business Act. «Le Pmi – ha sottolineato Emilio Alfano, presidente Confapi Campania - rappresentano il 99,8% delle imprese campane e l’81,7% della fonte occupazionale locale. Non possiamo che appoggiare lo Sba, direttiva che comprende tutte le istanze che da sempre le piccole e medie imprese chiedono, per dare dignità e impulso al sistema».

La Confapi da anni si batte per vedere avviate le iniziative presenti nel Documento. «Abbiamo bisogno di sburocratizzare, occorre semplificare le norme: costituire un’impresa con costi sostenibili darà slancio alla nostra economia – ha continuato Alfano –. Necessitiamo di nuovi sistemi di garanzia sui prestiti, per agevolare l’accesso al credito specialmente nei periodi di crisi, più difficile per le Pmi. Sarà utile, inoltre, agevolare la partecipazione agli appalti pubblici delle Pmi. Per altro, è fondamentale il lancio di una nuova politica che vada a individuare strategie per meglio internazionalizzare le nostre imprese.

Dunque, buon lavoro a Daniel Calleja Crespo, con l’augurio che sappia al meglio attuare la mission dell’azione e saper ascoltare i reali bisogni di questo tessuto imprenditoriale, spina dorsale della nostra economia».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©