Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Polemica Fassina- Angelino

Cancellata l'Imu, ora scontro sull'Iva

Il commissario Ue all'economia chiede rassicurazioni

Cancellata l'Imu, ora scontro sull'Iva
29/08/2013, 18:01

ROMA -  L'addio all'Imu, con la cancellazione per tutti di entrambe le rate dell'imposta, rende ormai "irrimediabile" l'aumento dell'Iva previsto per il primo ottobre. Lo scrive il viceministro dell'Economia, Stefano Fassina, in un intervento sull'Huffington Post. Lo scontro che ha tenuto a lungo il governo concentrato sull'Imu, cancellata per far posto alla Taser, si sposta dunque ora sull'Iva.

"In una fase così difficile - spiega il viceministro - dedicare un miliardo per eliminare l'Imu per meno del 10% degli immobili di maggior valore, ha sottratto preziose risorse a finanziare, ad esempio, il rinvio dell'aumento dell'Iva previsto, oramai irrimediabilmente grazie alla "vittoria" del Pdl sull'Imu, per il 1 ottobre. O per allentare il Patto di Stabilità Interno dei Comuni e rianimare i piccoli cantieri e l'attività di migliaia di imprese artigiane e relativi lavoratori".

"Per noi ha avuto davvero il senso di una missione compiuta perché è stata una grande battaglia che abbiamo spiegato agli italiani durante la campagna elettorale e avere centrato questo risultato è davvero straordinario. È chiaro che lo consideriamo non il nostro successo, ma il successo di milioni di italiani che dovevano pagare una tassa e non dovranno più pagarla": così Angelino Alfano al Tg2. "Ora un altro obiettivo importante che abbiamo per settembre è quello di evitare l'aumento dell'Iva di un punto percentuale e siamo fiduciosi di farcela". Alfano ha anche sottolineato l'importanza delle altre misure varate dal Cdm a favore delle imprese: "abbiamo stabilito, ieri, di pagare altri dieci miliardi di euro di debiti della Pubblica Amministrazione, dello Stato, alle imprese che sono creditrici. Questo farà funzionare meglio l'economia".

"Le famiglie avranno una riduzione fiscale importante e ci sarà più equità" rassicura Letta. Intanto il commissario Ue all'economia, Olli Rehn, chiede rassicurazioni. È «assolutamente essenziale» che l'Italia assicuri la sostenibilità della finanza pubblica.
 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©