Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Caserta, Gruppo di Iniziativa Territoriale dei soci di BPE


Caserta, Gruppo di Iniziativa Territoriale dei soci di BPE
24/01/2011, 09:01

Presso la sede dell’Auser Caserta si è tenuta il giorno venerdì 21 gennaio 2011 alle ore 16,30 la riunione di insediamento del nuovo Gruppo di Iniziativa Territoriale della Circoscrizione dei soci di Banca Popolare Etica della Provincia di Caserta .
La riunione è stata convocata e presieduta da Luigi Saccenti - referente dell’Area Sud, il quale ha illustrato i compiti e gli obiettivi del GIT (Gruppo di intervento territoriale), che è stato rinnovato nella sua composizione e rilanciato anche nella nostra provincia. Infatti, nel nostro Paese la finanza etica si va espandendo e offre nuove condizioni di economia civile – più equa e solidale – a sostegno dello sviluppo locale. Il GIT opererà in coerenza con le scelte di forte decentramento degli organismi sociali della banca, in particolare nel Mezzogiorno, partendo dal presupposto che i soci rappresentano il vero patrimonio di Banca Etica, la sua base sociale fondata sull’etica della responsabilità e della partecipazione attiva.

Dopo avere verificato la regolarità dei partecipanti, si è proceduto alla nomina del coordinatore nella persona del socio Peppe Pagano e del vice Pasquale Iorio ( con la delega alla comunicazione), eletti con voto unanime.

Dal dibattito è emersa l’esigenza di promuovere adeguate iniziative sul territorio provinciale per far conoscere e diffondere gli obiettivi di Banca Etica, a partire da un forte rinnovamento fondato sulla volontà di partecipazione e coinvolgimento dei soci. A tal fine saranno organizzati degli incontri nelle aree territoriali di riferimento (a partire da quella casertana, Volturno e zone interne, di cui è referente il socio Pasquale Iorio) e da quella aversana-domitiana (di cui è referente il socio Renato Natale), aperti al confronto con le istituzioni e con il mondo del terzo settore.

Sarà compito del nuovo coordinamento definire il percorso annuale e gli impegni del GIT per il piano di lavoro annuale. Come prima iniziativa è stato deciso che il Git parteciperà alla definizione di un progetto- a condizione che sia unitario - per il nuovo bando sullo sviluppo locale della Fondazione per il Sud nell’area aversana nonché alla definizione del partenariato per realizzare la Fondazione di Comunità in Provincia di Caserta, attraverso un confronto con il Forum del Terzo Settore.
Infine, sarà dedicata particolare attenzione alla realizzazione di strumenti di comunicazione in rete per il più ampio coinvolgimento dei soci: a partire da una campagna per allargare la base associativa, che in Terra di lavoro già registra quasi cento soci tra istituzioni, associazioni e singole persone.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©