Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

CDM: via libera alla manovrina di aggiustamento di bilancio


CDM: via libera alla manovrina di aggiustamento di bilancio
26/06/2009, 15:06

Il Consiglio dei Ministrio di oggi ha varato una manovrina di aggiustamento, come è prassi per questo governo (tra il 2002 e il 2005 ne ha sempre fatta almeno una all'anno, per via dei conti pubblici in rosso perenne, ndr). Questa manovra pervede 2 miliardi di euro di tagli e nuove entrate, ancora non ben specificate.
Questi soldi dovrebbero servire a molte iniziative: finanziare una legge per detassare gli utili reinvestiti nelle imprese, la cosidetta Tremonti-ter; la possibilità di usare i lavoratori in cassa integrazione per corsi di formazione; riduzione del costo del gas per imprese e famiglie; rimborsi, per coloro che hanno bond Alitalia, pari al 70% del valore nominale (quindi il 50% di quello che gli spetta, se consideriamo gli interessi, ndr); aiuto per il cassintegrato che vuole aprire una impresa; velocizzazione dei pagamenti dello Stato; riduzione dei tempi per il deposito di un assegno tra la data di valuta e la disponibilità del beneficiario ridotti a 3 giorni e zero commissioni di massimo scoperto; altri 1250 militari nelle città, con proroga della loro permanenza fino al 31 dicembre. Ed altre cose.
Alcune sono utili, come quelle che obbligano le banche a comportamenti corretti; altre sono inutili, come i corsi di formazione per cassintegrati; altre ancora si è già visto che sono solo norme che agevolano l'evasione fiscale, come le leggi Tremonti. Resta comunque l'incognita: quali tasse aumenterà il governo? Quali risorse taglierà? E chi pagherà?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©