Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

"C'E GROSSA CRISI"(CON 25.000 EURO AL GIORNO DI STIPENDIO)


'C'E GROSSA CRISI'(CON 25.000 EURO AL GIORNO DI STIPENDIO)
17/10/2008, 19:10

"Cè grossa crisi" è la frase che il mitico Corrado Guzzanti utilizzava quando interpretava il Messia della misteriosa divinità chiamata "Quelo". Del resto, l'espressione:"C'è crisi" è diventata di uso sempre più comune. E, a proposito di crisi, di quella finanziaria si parla ogni minuto del giorno. Pare, però, che questo profondo e destabilizzante crack, non preoccuperà i manager ultramiliardari che, paradossalmente, sono i reali responsabili del tonfo generale dell'economia. Tralasciando alle già ampie divagazioni a riguardo il tema delle responsabilità di questo tracollo, è però utile soffermarsi su un unico dato esemplare: il direttore di Unicredit, per tutto il tempo in cui è stato in carica, ha percepito, come "stipendio", 25.000 euro al giorno.

Facendo un calcolo rapidissimo ciò vuol dire che, se anche ad un lavoratore fossero assicurati ben 1000 euro (cifre comunque impossibili per qualunque "comune mortale") all'ora e, quest'ultimo, fosse in grado di lavorare per 24 ore al giorno, gli mancherebbero comunque altri 1000 euro per raggiungere questo "meritevole" e fortunatamente ex manager. Ovviamente questo è solo uno dei tanti casi di "stipendi d'oro" dati a chi lavora poco e male. E allora verrebbe da dire che, la "grossa crisi", c'è stata prima nelle obnubilate menti di chi si è sentito eternamente protetto all'interno di un bolla di sapone e, per concludere, che a questo punto, gli utopisti, non sono più coloro che confidano in un cambiamento ma tutti quelli che, ancora oggi, tentano di mantenere in piedi con un po' di saliva un castello di carte diroccato da tempo.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©