Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il dato è del più 34%

Censis: “Aumenta il numero di chi cerca lavoro”


Censis: “Aumenta il numero di chi cerca lavoro”
07/12/2012, 10:35

ROMA – “Tra il primo semestre 2011 e il primo semestre 2012 il numero delle persone in cerca di lavoro è aumentato di oltre 700 mila unità”. E’ questo il dato di uno studio del Censis, inserito nel rapporto annuale. Un dato che mette in evidenza, insomma, un incremento davvero eccezionale, +34%. “Sono stati bruciati più di 240 mila posti di lavoro destinati ai giovani. La crisi – si legge nel rapporto - ha dato una netta accelerazione ad un processo di invecchiamento già in corso da tempo: la quota di under 35 al lavoro scende al 26,4% nel 2011 dal 37,8% di dieci anni fa”.

Risulta essere, invece, anticiclica la dinamica dell'occupazione femminile con 110mila nuovi posti tra 2010 e 2011. “Tendenze destinate a consolidarsi ancora di più nel 2012, con un saldo di +118mila unità nel primo semestre”, fanno sapere dal Censis.

E in controtendenza risulta anche l'occupazione nelle coop.

Nello studio del Censis sono state, tra l’altro, inserite anche “le tre r dei consumi familiari”: risparmio, rinuncio, rinvio. “Nel primo trimestre 2012 la flessione delle spese delle famiglie è stata del 2,8% e nel secondo trimestre vicina al 4% in termini tendenziali. Nel 2012 – indica il Censis - i consumi reali pro-capite, pari a poco più di 15.700 euro, sono tornati ai livelli del1997”.

Altro dato riguarda anche la propensione al risparmio, che pare essere in drastica riduzione: dal 12% del 2008 all'attuale 8%.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©