Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Cessione oro puro


Cessione oro puro
14/10/2013, 16:34

L’articolo 10 del Dpr 633 del 1972, che ha istituito e disciplina in Italia l’imposta sul valore aggiunto, prevede una serie di operazioni esenti da Iva.
Tra queste, ad esempio, figura la cessione di oro da investimento. Se si cedono lingotti d’oro, non bisogna pagare l’Iva, salvo circostanze particolari.
La domanda che ci si potrebbe fare allora è: ma queste operazioni Iva esenti, vanno o non vanno fatturate?
La risposta è sì! Vanno fatturate.
La fattura è assoggettata a bollo, se il valore dell’operazione è superiore a 77,44 euro.
Il documento deve riportare il titolo di Non Applicabilità Iva.
C’è un solo caso in cui le operazioni Iva esenti non devono essere fatturate.
E’ quello previsto dal numero 6 dell’art. 10 del Dpr 633 del 1972.
Si tratta delle operazioni relative all’esercizio di lotterie, giochi di abilità, concorsi pronostici riservati allo Stato e ad altri enti, ecc. (Fonte: Lepre Group)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©