Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma il governo non è detto che abbia la maggioranza

Cipro: la Ue salvaguarda i piccoli depositi


Cipro: la Ue salvaguarda i piccoli depositi
19/03/2013, 09:56

NICOSIA (CIPRO) - L'Unione Europea si prepara a moderare il suo diktat a Cipro. Dopo le pressioni dei vari Paesi, è stato deciso di azzerare l'imposta sui depositi fino a 100 mila euro, mentre resta il 9,9% sui depositi superiori a tale limite; mentre non si esclude l'imposizione di una patrimoniale del 15% sui grandi patrimoni. Contemporaneamente, la norma orioginaria è stata scaricata da tutti: Fmi e Bce hanno detto di non aver mai pensato a questa imposta; la Germania idem. Ma allora chi ha steso il piano ordinato a Cipro come condizione per avere 10 miliardi di aiuti?
Tuttavia la misura, anche così ridimensionata, non piace ai ciprioti. E non è detto che il governo trovi i voti per approvarla. Infatti il premier Nicos Anastasiades ha solo 20 seggi sui 56 del Parlamento cipriota. Il centrodestra finora ha dato appoggio esterno, ma accetterà di farlo anche su una misura così impopolare? Difficile dirlo. Non resta che aspettare e vedere

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©