Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Combattere la contraffazione per tutelare il made in Italy


Combattere la contraffazione per tutelare il made in Italy
20/11/2013, 09:12

Gli allarmi si susseguono. Di recente a mettere in guardia contro il fenomeno contraffazione è stato il presidente diFederlegnoArredo Roberto Snaidero, che ha ricordato come il giro d’affari originato da questo reato sia ormai superiore ai 400 miliardi di euro annui.
Molto colpito è il made in Italy. Gravi i danni soprattutto per la moda e l’agroalimentare, ma colpiti sono anche comparti come la meccanica leggera, la profumeria e la cosmetica.
Le conseguenze sono, oltre che economiche,anche sociali. Il Censis calcola in circa 110 mila posti di lavoro il ritorno occupazionale che potrebbe generarsi in Italia se la produzione originale potesse sostituirsi a quella contraffatta di provenienza straniera. Ma vi sono risvoltiulteriori. Pensiamo al ‘buco’ nelle entrate fiscali: 4,7 miliardi in meno tra imposte dirette e indirette!
Finora, per la verità, si è fatto poco per combattere il fenomeno. L'Italia e l'Unione Europea sono state troppo permissive con le realtà estere e al contrario molto rigorosecon le aziende interne, sottoposte aregolamenti spesso dettagliatissimi. E' il momento di reagire per difendere quel che resta, e per fortuna è ancora tanto, del nostro patrimonio produttivo. (Fonte: Lepre Group)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©