Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Al via accordo tra Ordine di Napoli e Cassa previdenziale

Commercialisti: una rete per fronteggiare la crisi


.

Commercialisti: una rete per fronteggiare la crisi
12/05/2010, 17:05

NAPOLI –  Offrire alla categoria dei commercialisti un modo per uscire dalla crisi e per potenziare il settore. È questo che si propone di fare l’Ordine di Napoli in accordo con la Cassa di previdenza dei ragionieri ed esperti contabili, incontratisi oggi nella sede di Piazza dei Martiri per una tavola rotonda dal titolo “La rete del valore: un progetto per la professione”.  Al centro del dibattito, la proposta di creazione di un nuovo modello strutturato in una forma di rete che promuova valore mediante l’ottimizzazione dei costi di struttura degli studi, l’integrazione dell’offerta di servizi professionali attraverso i fondi di private equity e le nuove iniziative promosse dall’Ordine regionale, aperte a tutti gli iscritti e controllate dalla categoria.
Il primo accordo tra L’Ordine di Napoli e la Cassa previdenziale dei ragionieri riguarda l’ attività di acquisto e la gestione dei crediti ipotecari. Per il presidente dell’Ordine Achille Coppola “è ora di svoltare in maniera concreta”. I dati non sono incoraggianti: circa il 70% di professionisti dichiarano sotto i 40mila euro di reddito imponibile. “Una diversa militanza delle Casse di previdenza” – ha aggiunto Coppola – “potrebbe razionalizzare i costi degli studi professionali”.
All’incontro erano presenti, tra gli altri, anche il consigliere dell’Ordine Maurizio Corciuolo che ha sottolineato il valore dell’iniziativa in un’ottica di potenziamento dei servizi offerti, Paolo Saltarelli e Francesco Condurro, rispettivamente presidente e consigliere d’amministrazione della Cassa nazionale di previdenza dei ragionieri e Bruno Miele, vicepresidente dell’Ordine dei dottori commercialisti  ed esperti contabili napoletano.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©