Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Sangalli: "Procedere per il recupero dell'evasione"

Confcommercio: "Ascoltiamo chi paga le tasse"

Il presidente: "E' gente che sente il morso della crisi"

Confcommercio: 'Ascoltiamo chi paga le tasse'
23/06/2011, 19:06

"Occorre ascoltare e capire le ragioni di chi non ce la fa più a pagare troppe tasse. E' gente che non conosce l'indirizzo di paradisi fiscali, ma che sente sulla propria pelle il morso della crisi". Lo ha detto nella relazione dell'assemblea annuale il presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli, che però considera un imponibile evaso per almeno 255 miliardi come una tremenda ipoteca per la crescita del paese. "Si deve procedere con determinazione sulla strada del contrasto e del recupero dell'evasione", ha aggiunto. Sangalli non ha trascurato inoltre i dati sulla povertà dei consumatori e del mercato interno, particolarmente in crisi. "I consumi delle famiglie rallenteranno nell'anno in corso, facendo registrare un incremento complessivo di appena lo 0,7% e, nel 2012, dell'1,2%". I consumi sono propellente prezioso per gli investimenti delle nostre imprese e per la loro domanda di occupazione. Una crescita così lenta, così modesta, così fragile non basta", ha dichiarato.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©