Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Pil procapite sotto del 5%

Confindustria, italiani più poveri della media europea


Confindustria, italiani più poveri della media europea
09/04/2010, 19:04

Italiani sempre più poveri. A calcolarlo è  il Centro Studi di Confindustria, secondo il quale nel 2009 il Pil procapite nazionale risultava sotto del 5%. Valore inferiore dialcuni punti percentuali alla media europea. E la forbice tende ad allargarsi. Secondo le statistiche di Confindustria, tra poco meno di quattro anni l'Italia avrà un Pil procapite del 10% in meno rispetto alla media. I dati poco positivi non rappresentano altro che lo strascico di una crisi nazionale iniziata addirittura negli anni '90. E' iniziata nell'ultima decade dello scroso millennio la perdita italiana rispetto alle altre nazioni europee.
"Se nel 1991 - si legge nel rapporto del Centro Studi per i 100 anni di Confindustria, che oggi a Parma ha riunito oltre 5.000 imprenditori per il consueto appuntamento biennale - l'Italia era sei punti oltre la media europea, già nel 2009 il Pil procapite era clamorosamente sceso di circa nove punti, attestandosi a -5%. Nel giro di pochi anni, probabilmente nel 2014, il prodotto interno lordo nazionale sarà di dieci punti percentuali inferiori alla media".
Il problema è sta soprattutto nella macchina industriale italiana, bloccatasi ben prima dell'attuale crisi. Per cambiare linea c'è bisogno dunque di una piccola rivoluzione interna. Di questo parere il direttore del Csc Luca Paolazzi, secondo cui: "E' ora di voltare pagina nella gestione dell'economia, è necessario abbattere le tante muraglie all'interno del nostro Paese, le muraglie che ostacolano le sfide per la modernita. Lo chiedono le imprese, lo chiedono gli italiani. E qui vogliamo far sentire questa volontà, con tanti imprenditori riuniti con una sola voce a chiedere di cambiare passo".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©