Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Contratto di fitto di immobile con più proprietari


Contratto di fitto di immobile con più proprietari
09/10/2013, 10:16

Cosa succede se in un contratto d’affitto l’immobile appartiene a più proprietari?
Pensiamo in primo luogo alla registrazione del documento. Ebbene, il contratto d’affitto può essere registrato anche soltanto da uno dei comproprietari dell’immobile in questione.
In ogni caso, la registrazione del contratto d’affitto è obbligatoria.
L’imposta di registro  è pari al 2% del canone annuo e, di solito, è a carico di entrambi i contraenti,proprietario e inquilino, in parti uguali.
Ma torniamo al caso considerato di più proprietari. Mentre per la registrazione basta che l’adempimento sia fatto da uno solo di loro, l’imposta sulla rendita deve essere invece versata da ognuno dei comproprietari, naturalmente pro quota.
La domanda che si potrebbe porre è: ma se il canone venisse materialmente incassato da uno solo dei proprietari,gli altri devono comunque pagare l’imposta?
La risposta è sì. Tutti devono adempiere al versamento della quota loro spettante, a prescindere dal fatto di avere materialmente riscosso la loro parte.
E’ chiaro che chi non dovesse ricevere il dovuto, può poi rivalersi sul proprietario percipiente. (Fonte: Lepre Group)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©