Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I dati sono emersi dal bollettino 'Monitor'

Costretti al part time per mancanza di alternative


Costretti al part time per mancanza di alternative
25/03/2011, 18:03

Per mancanza di alternative sono molte le persone che scelgono di lavorare part time. Scelta che riguarda sia gli uomini(56,3%) che le donne (42,8%). Dati emersi dal bollettino 'Monitor' curato dall'agenzia tecnica Italia Lavoro. L'orario ridotto sarebbe quindi una forzatura più che una libera decisione. L'attività a tempo parziale è più forte dove c'è la sofferenza occupazionale: in Sicilia la percentuale è dell'81% per gli uomini e in Campania del 74,2%. Dati simili si registrano anche per le donne. In Puglia con il 62,7% ed in Campania il 65,2%. Questo tipo di orario di lavoro è utilizzato soprattutto da artigiani, operai specializzati, agricoltori ed attività commerciali. Gli uomini con un lavoro part time in genere hanno la licenza media, mentre le donne l'istruzione secondaria.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©