Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Costruzioni, un settore da cui ripartire

Lunedì costruttori incontrano assessori Attività Produttive

Costruzioni, un settore da cui ripartire
05/07/2013, 11:33

NAPOLI - Tutti gli osservatori economici concordano: dall’inizio della crisi l’edilizia è il settore più colpito dalla recessione, nonostante sia il comparto anticlico per eccellenza.

Il comparto delle costruzioni, quindi,  dovrebbe essere il naturale destinatario di investimenti - a maggior ragione in questo frangente - per la peculiare capacità di generare reddito e occupazione tanto nella fase di cantiere quanto, ex post, nella vita utile delle opere realizzate.

A partire da questa incongruenza, e con l’aiuto di studiosi e amministratori, l’Associazione dei Costruttori Edili di Napoli promuove una riflessione per avviare iniziative che ridiano impulso al settore e all’intera economia.

 

L’incontro, che si terrà lunedì 8 luglio alle ore 11 presso l’Acen (piazza dei Martiri, 58), metterà al centro i dati  e le analisi (aggiornati al 2013) che fotografano l’andamento del settore e le ricadute dell’edilizia sull’economia napoletana e regionale (compresi i contraccolpi sul mercato del lavoro e i singoli sub mercati: infrastrutture, mercato privato, etc.) attraverso l’ultimo numero del periodico ICoNa - Industria Costruzioni Napoli dati&mercato redatto dal Centro Studi Acen e Cresme Ricerche.

 

Introdurrà il tema il presidente dell’Acen Rodolfo Girardi e illustrerà i dati del settore il presidente del Centro Studi dell’Acen Roberta Ajello. A seguire gli interventi di Fulvio Martusciello, assessore alle Attività produttive della Regione Campania, Enrico Panini, assessore alle Attività produttive del Comune di Napoli e Raffaele Cercola, ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso la Facoltà di Economia della Seconda Università di Napoli.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©