Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Crediti per prestazioni lavoro straordinario


Crediti per prestazioni lavoro straordinario
16/10/2013, 17:02

Fino a quanto tempo possono essere fatti valere dei crediti per prestazioni di lavoro straordinario?
E’ un tema che può interessare sia chi non abbia ricevuto il dovuto a fronte di un tipo di prestazione certamente catalogabile come lavoro straordinario, sia chi ritenga di aver svolto lavoro straordinario, ma la cosa venga messa in discussione dalla controparte.
La questione che qui oggi trattiamo è: al di là che sussista o meno il buon diritto del lavoratore, fino a quando potrà essere fatto valere?
Un apporto decisivo per la risoluzione del problema lo ha dato a suo tempo la Corte di Cassazione, con una sentenza emanata nel gennaio 2010, la n. 947.
La Suprema Corte ha infatti chiarito con quella pronuncia che i crediti per straordinario rientrano tra quelli periodici previsti dall’articolo 2948 del Codice Civile.
In pratica tali crediti sono assimilabili al credito per la retribuzione ordinaria e alle indennità spettanti per la cessazione del rapporto di lavoro, e conseguentemente si prescrivono in cinque anni.
Nella stessa sentenza la Cassazione ha specificato che si prescrivono in cinque anni anche le retribuzioni per festività nazionali coincidenti con la domenica (ad esempio, una situazione simile capiterà il prossimo 2 giugno, festa della Repubblica), così come ogni altro credito di natura lavorativa. (Fonte: Lepre Group)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©