Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Trend negativo anche per Fiat Group: peggior risultato

Crisi dell’auto: nuovo crollo a marzo. Calo del 6,6 %


Crisi dell’auto: nuovo crollo a marzo. Calo del 6,6 %
17/04/2012, 10:04

ROMA – Continua il trend negativo del mercato delle auto in Europa. Nel solo mese di marzo la flessione è stata pari al 6,6 per cento: nello specifico questo vuol dire che nei 27 Paesi Ue più quelli Efta sono state immatricolate 1.499.380 auto, rispetto al 1.605.835 unità immatricolate un anno fa. Nulla di buono neppure per il gruppo Fiat, che ha immatricolato in Europa (27 Paesi Ue + Efta) 81.469 nuove vetture, segnando un calo del 25,8 per cento rispetto alle 109.831 vendute a marzo 2011. A riportare questi dati è l’Acea, l’associazione delle case costruttrici che operano in Europa, che evidenza come questo sia il sesto mese consecutivo di contrazione e livello più basso per il mese di marzo dal 1998. Secondo l’Acea nel corso del primo trimestre, il mercato dell’Ue si è ridotto del 7,7 per cento, rispetto allo stesso periodo di un anno fa, con un totale di 3.312.657 nuove registrazioni. Quanto al calo della Fiat, non sembra avere dubbi il Lingotto, per il quale il risultato “è stato fortemente condizionato dal prolungato fermo in Italia dei servizi di trasporto delle autovetture a mezzo bisarche, che ha creato forti disagi nel settore automotive, con conseguenti ritardi nelle consegne delle vetture ai clienti”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©