Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Crisi economia, Coppola (commercialisti): abolire Province e mini tribunali


Crisi economia, Coppola (commercialisti): abolire Province e mini tribunali
14/02/2009, 11:02

"La manovra finanziaria di quest'anno non porterà a significativi benefici per il sistema produttivo nazionale, perché si tratta di provvedimenti che non incidono sulle imprese e vincolano il rilancio dei consumi alla creazione di nuovo debito".
Lo ha detto Achille Coppola, presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, intervenendo quest'oggi al convegno "La manovra finanziaria: la programmazione triennale in un contesto di crisi economico-finanziaria", organizzato dall'Odcec partenopeo presso l'Hotel Continental.
Enrico Sangermano, direttore regionale dell'Agenzia delle Entrate, ha invece evidenziato gli effetti "perversi" dell'evasione fiscale e dell'illegalità diffusa, che "provocano diseconomie e disparità di trattamento" in un territorio dal grande valore strategico qual è la Campania", invitando i professionisti economici e i soggetti impositori a una più stretta collaborazione in materia fiscale per garantire la trasparenza e la legalità nelle procedure".
Posizione condivisa anche da Antonio Scognamiglio, responsabile della direzione operativa Equitalia Polis Spa, e da Vincenzo Moretta, segretario dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, che si sono soffermati, in particolare, sui risultati raggiunti dalla sinergia tra l'Odcec e l'Ente di riscossione culminata nell'apertura di uno sportello Equitalia presso la sede dell'Ordine di Napoli.
Al workshop – moderato da Enrico Zanetti, componente del comitato scientifico della rivista "Il fisco" – hanno partecipato inoltre Bruno Miele, vicepresidente dell'Odcec di Napoli, Clelia Buccico e Benedetto Santacroce, docenti di Diritto tributario, i commercialisti Mauro Nicola e Amedeo Sacrestano, il consigliere nazionale dell'Ordine dei dottori commercialisti Enrico Maria Guerra, il consigliere della Cassa di previdenza dei dottori commercialisti Giuseppe Puttini, e il comandante provinciale Guardia di finanza di Napoli Giovanni Mainolfi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©