Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Crisi economica: al via EconomiAmica la campagna nazionale di educazione finanziaria


Crisi economica: al via EconomiAmica la campagna nazionale di educazione finanziaria
22/10/2013, 13:37

MILANO – L’educazione finanziaria è un aspetto fondamentale nella vita di ogni persona, ma oggi saper scegliere quanto e come risparmiare, quanto e come consumare, come provvedere alla propria pensione o alle spese sanitarie da affrontare nella prospettiva di un allungamento temporale dell’aspettativa di vita diventa sempre più complesso, soprattutto in relazione ai cambiamenti che hanno interessato lo scenario economico globale. La crisi in atto aumenta di fatto la complessità nelle scelte finanziarie a carico delle persone ed è per questa ragione che le Associazioni dei Consumatori, il Consorzio PattiChiari e le banche hanno attivato un nuovo fronte di alfabetizzazione che aiuti i risparmiatori ad acquisire le nozioni di carattere economico-finanziario, indispensabili per gestire al meglio le proprie risorse.
“EconomiAmica”  nasce come una campagna di sensibilizzazione sui temi dell’economia e della finanza rivolta ai cittadini adulti, con l’obiettivo di stimolare, attraverso incontri con esperti qualificati delle banche e delle Associazioni dei Consumatori, una gestione più consapevole delle risorse economiche, affrontando temi concreti e di interesse quotidiano come la pianificazione del budget famigliare, la scelta del conto corrente più adatto, il sovraindebitamento o il rapporto rischio – rendimento finanziario.
Ampiamente diffusa su tutto il territorio nazionale, “EconomiAmica”, rappresenta una delle iniziative che le banche italiane insieme alle Associazioni dei Consumatori hanno realizzato concretamente per rendere la cultura finanziaria sempre più tangibile e diffusa e si inserisce nella scia dei numerosi progetti formativi che da anni vedono coinvolti con successo il mondo bancario le Associazioni. Migliorare il livello di cultura economica dei cittadini è infatti una priorità, oltre che per favorire la crescita economica, anche per rispondere alle esigenze sociali emerse a seguito della crisi. L’attuale scenario economico ha messo al centro dell’attenzione di tutti i Paesi il rapporto tra finanza e cittadini e, di conseguenza, la relazione tra conoscenza economica, responsabilità individuale ed autonomia delle scelte. L’educazione finanziaria è passata da materia per “addetti ai lavori” a competenza di base racchiusa nel più ampio concetto di cittadinanza economica. Di fatto, è passata dalla sfera delle competenze individuali a quella pubblica. Per questa ragione “EconomiAmica”  presenta due differenti livelli di interazione: da un lato una serie di incontri territoriali, che si svolgeranno presso le sedi delle Associazioni dei Consumatori o di altri enti interessati ad ospitarli e, dall’altro, l’organizzazione delle “Giornate della cittadinanza economica” che prevedono una tavola rotonda che coinvolge diversi relatori pubblici, privati, istituzionali e sociali, nonché le banche interessate. Gli incontri territoriali si svolgeranno a Napoli, Polignano a Mare, Catania, Pescara, Cosenza, Potenza, Forlì, Roma, Treviso, Mantova, Varese, Bergamo, Milano, Lainate, Asti, Spoleto e Genova mentre le “Giornate della cittadinanza economica” a Sassari, Ancona, Perugia, Pordenone, Matera e Milano.
Tutte queste iniziative necessitano del coinvolgimento crescente di una serie di attori della vita istituzionale, sociale, economica per attivare una rete di collaborazione per la diffusione dell’educazione finanziaria sul territorio di riferimento. I momenti formativi dedicati ai cittadini sono gestiti dalle Associazioni dei Consumatori in collaborazione con le banche aderenti - interlocutori preparati e pronti a fornire informazioni semplici e chiare sulle nozioni e sugli strumenti come il mutuo o il conto corrente, che fanno parte della nostra vita quotidiana e che, a seconda del livello di consapevolezza con cui vengono gestiti - possono rappresentare una risorsa per la gestione economica familiare.“EconomiAmica” è realizzata grazie a Adiconsum, ADOC, Altroconsumo, Asso-consum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, La Casa del Consumatore, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©