Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Aleggiano i timori per la recessione USA

Crisi economica, in calo anche la borsa di Tokio

Gli interventi del governo avrebbero effetti limitati

Crisi economica, in calo anche la borsa di Tokio
19/08/2011, 09:08

TOKYO – Chiude in forte calo la borsa di Tokio. Complice i forti timori della recessione USA e il cagionevole stato di salute delle banche Europee. Ciò nonostante la piazza giapponese si tiene al di sopra dei minimi toccati dall’ inizio del mese. Questa è la terza sessione che chiude con il segno meno. L'indice Nikkei ha chiuso con un calo del 2,51%, a 8.719,24 punti, mentre il Topix segna a fine giornata -2,04%, a 751,69 punti. Gli esperti sostengono che per la borsa di Tokio, sia impossibile raggiungere risultati positivi prima di due settimane, il prossimo venerdì infatti è atteso l’intervento del presidente della Federal Reserve, Ben Bemanke. A tal proposito questa è la dichiarazione dell’ economista Takahide Kiuchi: “Potenziali interventi da parte del governo giapponese avrebbero effetto limitato: la debolezza sui mercati deriva in gran parte dai timori sui mercati Oltreoceano. Gli investitori vogliono vedere se la Federal farà accenno a ulteriori misure di easing monetario”. Sono tanti i titoli giapponesi che hanno risentito in maniera negativa, dei dati macroeconomici giunti dagli USA, come l’ indice Philadelphia Fed sceso meno 30,7 nel solo agosto, valore più basso da novembre 2008. Vanno in rosso i titoli automobilistici, in particolare Honda, mentre si indeboliscono i petroliferi, tra i quali Inpex e Japan Petroleum Exploration; sofferenza anche per i tecnologici, come Nikon, Tokyo Electron e Advantest Corp.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©