Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

CRISI ECONOMICA: LA BCE MANDA ALLARMI


CRISI ECONOMICA: LA BCE MANDA ALLARMI
11/12/2008, 11:12

Secondo le previsioni della BCE, nella prima parte del 2009, l'inflazione potrebbe avere bruschi ribassi, a cui però seguiranno altrettanto brusche inversioni di tendenza nella seconda metà dell'anno. Questo è causato dalla crisi economica, a cui però i governi dovranno opporre un'applicazione decisa e tempestiva dei provvedimenti che sono allo studio. Ma comunque la crisi perdurerà oltre il 2009, e i Paesi più colpiti saranno quelli che hanno i conti pubblici più in disordine, come l'Italia o la Grecia.

E quasi a sottolienare queste previsioni, ci sono alcuni dati che la confermano, come il fatto che nel 2008 la domanda di petrolio è calata, rispetto all'anno precedente, da 86 a 85,8 milioni di barili al giorno. Era dal 1983 che questo non accadeva, e il confronto è significativo. In questa ottica, il fatto che il petrolio sia salito poco oltre i 44 dollari al barile, diventa quasi ininfluente.

Invece, a proposito dei conti pubblici, Bankitalia sottolinea che a settembre il debito pubblico si è ridotto a 1648,6 miliardi, cioè lo stesso livello di marzo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©