Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Imbarazzante silenzio del ministro alla conferenza dell'Ocse

Crisi, Tremonti non risponde sul coinvolgimento delle banche


Crisi, Tremonti non risponde sul coinvolgimento delle banche
04/05/2010, 17:05

ROMA - Oggi, nella sede del ministero dell'Economia, si è tenuta un'importante conferenza stampa dell'Ocse che, nell'ambito della ministeriale presieduta dall'Italia, ha presentato  "un primo documento" sui Global legal standard. Fin dall'esplosione della crisi causata in prevalenza dagli oramai tristemente famosi subprime, Giulio Tremonti aveva precisato la linea guida che avrebbe seguito la penisola e, cioè, l'adozione di un sistema di regole globali che non rappresentassero però l'attuazione di un filosofia tecnocratica e troppo.
Tuttavia, interrogato da alcuni giornalisti riguardo il coinvolgimento delle banche italiane nell'operazione di "salvataggio economico-finanziario" della Grecia messa a punto dall'Unione europea e dal Fondo monetario internazionale, il ministro ha evitato di rispondere. Come si legge anche su Reuters, poi, Tremonti ha scelto un ferreo "no comment" anche riguardo un altro quesito di grande interesse e, cioè, riguardo le possibilità di "contagio" esistenti tra la crisi che ha colpito Atene e le economie periferiche (e quindi più deboli) della zona euro come ad esempio quella italiana.
"Sono qui per parlare dell'Ocse e non delle magnifiche sorti dell'umanità", ha seccamente chiosato il ministro dell'Economia; lasciando di stucco i numerosi cronisti presenti all'evento ed anche il  segretario generale dell'Ocse
Angel Gurria.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©