Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Inutile il vertice G7 e le promesse d'aiuto della Bce

Crollo delle borse occidentali, Piazza Affari sprofonda con Wall Street

Male anche Atene e Mosca, alle 19 discorso di Obama

Crollo delle borse occidentali, Piazza Affari sprofonda con Wall Street
08/08/2011, 17:08

Probabilmente nemmeno quando la crisi economico-finanziaria globale esplose nel 2008 i giornali di tutto il mondo hanno dedicato così tanto spazio all'andamento delle borse occidentali. Il sistema capitalista vacilla e, fino ad oggi, le "cure" proposte (imposte) dal Fmi, dalla Banca Mondiale e dalla Bce sono risultate in molti casi più dannose della malattia stessa.
Nonostante il vertice dei G7 e gli interventi della Banca Centrale Europea per tentare di scongiurare il default in Spagna ed Italia, i mercati hanno risposto malissimo; affondando praticamente tutte le principali borse mondiali. Piazza Affari continua la caduta libera e, dopo il declassamento by S%P, anche Wall Street cola a picco nel mare magnum delle speculazioni. Come si legge anche su La Repubblica, infatti, l'indice Ftse Mib segna un -3,09% a 15.524 punti, mentre l'All Share cede il 2,97%. Fiat -10,51%, sospese Fiat industrial (-10,48% teorico) e Pirelli (-10,96%).
Malissimo anche Atene (-6%) e Mosca (-8%). Arrancano poi Francoforte (-4%) e Parigi (-3,81); dimostrando che la credibilità generale delle politiche di "salvataggio" di stampo neoliberista è ai minimi storici. Intanto, per le 19 ora italiana, è previsto un discorso di Barack Obama sulla situazione generale. Cosa potrà dire di rassicurante il presidente degli Stati Uniti è difficile intuirlo ma, di sicuro, l'estate del 2011 non dovrebbe permettere  ferie (o pellegrinaggi) ai  governanti dei paesi industrializzati.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©