Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Con questi dati siamo fuori da tutti i parametri UE

CSC: nel 2009 l'economia italiana a pezzi, PIL -3,5%


CSC: nel 2009 l'economia italiana a pezzi, PIL -3,5%
26/03/2009, 11:03

Sono uscite le previsioni del Centro Studi di Confindustria per il 2009. Ieri il Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia aveva avvertito che le stime erano in peggioramento, ma credo che nessuno si aspettasse questo. Infatti nel 2009 il PIL dovrebbe crollare del 3,5%, con questo ritornando ai livelli del PIL del 2000, bruciando in un solo anno tutto quello che è stato fatto negli ultimi 10 anni. E, sulla falsariga, crolleranno anche gli altri parametri macroeconomici: il rapporto deficit/PIL scenderà al 4,6%, dal 2,7%, molto al di sopra del 3,5% consentito dall'Unione Europea. Alla stessa maniera, salirà il rapporto tra debito pubblico e PIL, che arriverà al 112,5%, dal 105,8% attuale.
Anche il tasso di disoccupazione è in forte aumento, secondo Confindustria: dal 6,7% di quest'anno al 9% del 2010. Questo significa almeno 570 mila posti di lavoro in meno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©