Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Fanno paura i dati delle finanze statali in Italia

Debito pubblico a 1946 miliardi, lo spread supera i 430


Debito pubblico a 1946 miliardi, lo spread supera i 430
14/05/2012, 11:05

ROMA - Vola il debito pubblico italiano, che tocca a marzo la vetta record di 1946 miliardi di euro, 18 miliardi più di febbraio e 12 più di marzo, quando c'era stato il precedente record. Contemporaneamente calano le entrate: nel primo trimestre 2012 sono stati incassati 83 miliardi, lo 0,5% in meno rispetto al primo trimestre dell'anno scorso.
Appare evidente che le troppe tasse imposte dal governo stanno ottenendo l'effetto opposto di quanto preventivato: le aziende falliscono, i salariati diminuiscono e quindi diminuiscono i soggetti che possono pagarle (e soprattutto che devono pagarle, perchè non hanno alternative). Mentre gli interventi-spot della Guardia di Finanza, alla caccia di mancati scontrini, non servono, per ora, ad aumentare le entrate provenienti dall'evasione fiscale.
Questo dato ha contribuito a far volare lo spread, cioè la differenza tra i titoli di Stato italiani decennali e gli omologhi titoli tedeschi, a 430 punti. Ma in questo senso, la differenza si è allargata anche perchè gli interessi sui titoli tedeschi è sceso ancora, con i Bund a 10 anni all'1,4%, contro il 5,8% dei Btp decennali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©