Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Partire dal manifatturiero per incentivare l’economia

Declino e rilancio dell’industria metalmeccanica

Innovazione e qualità:La base della ripresa

.

Declino e rilancio dell’industria metalmeccanica
19/05/2011, 07:05

NAPOLI - In seguito alla globalizzazione e al cambiamento delle esigenze dei mercati, le imprese manifatturiere del sud e in particolare quelle dell’industria metalmeccanica hanno subito un calo notevole. Nell’ultimo anno si è iniziato a vedere una leggera ripresa che però non risulta essere ancora consolidata.
Considerando che il metalmeccanico in Campania rappresenta il 40% di tutto il manifatturiero, un suo rilancio risulta necessario per l’intera economia del paese. Sul declino e allo stesso tempo sul rilancio dell’industria metalmeccanica si è basata” l’Assemblea Pubblica Sezione Metalmeccanica” a cui hanno partecipato il Presidente Unione Industriali di Napoli, Paolo Graziano, il Direttore Generale Federmeccanica Roberto Santarelli e Nicola Palumpo, Presidente della Sezione Metalmeccanica di Napoli.
Le iniziative che sono state proposte si sono basate sulle seguenti  linee base: Superare i limiti della frammentazione delle imprese; Razionalizzare i rapporti con le istituzioni creditizie; Rendere più funzionali i rapporti con le istituzioni preposte alla spesa pubblica per lo sviluppo;Dare accessibilità e sistematicità di rapporti tra ricerca scientifica e tecnologia e le imprese manifatturiere, specie quelle di minori dimensioni.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©