Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il Governo promette che non graveranno sulle nostre spalle

Decreto sviluppo: ecco le novità introdotte per la crescita


Decreto sviluppo: ecco le novità introdotte per la crescita
16/07/2011, 11:07

Il decreto sviluppo è legge. Con l'approvazione, vengono introdotte importanti novità per la crescita e il rilancio dell'economia italiana, senza gravare con nuove spese pubbliche il bilancio dello Stato.

QUESTE LE NUOVE MISURE PREVISTE.
...
CREDITO D'IMPOSTA. Per gli anni 2011 e 2012 sarà a favore delle imprese che finanziano progetti di ricerca in Università o enti pubblici di ricerca, compresi istituti di ricovero e cura a carattere scientifico. Gli investimenti dovrebbero crescere di 550 milioni.

MEZZOGIORNO. Credito d'imposta per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato nelle regioni del Sud nei dodici mesi successivi all'entrata in vigore del decreto. La misura è estesa anche alle "quote rosa". Il provvedimento dovrebbe creare oltre 40 mila posti di lavoro aggiuntivi.

FISCO. Torna di competenza dei Comuni la riscossione delle entrate, anche delle società partecipate, che viene quindi sottratta a Equitalia. E' inoltre innalzato a 180 giorni il termine per la sospensiva dell'accertamento esecutivo. E'soppresso il cosiddetto anatocismo fiscale (pagamento degli interessi sugli interessi) che passa da metà a un terzo degli imponibili accertati ma non ancora definitivi che sarà iscritta a ruolo a titolo provvisoria. La prima casa verrà ipotecata e espropriata solamente per debiti superiori a 20 mila euro e solamente nel caso di iscrizione a ruolo contestata o contestabile. Sarà obbligo, in ogni caso, per l'agente della riscossione dare notifica preventiva di avviso. Si ricorrerà alle ganasce fiscali solo dopo l'invio di due solleciti di pagamento per i debiti sotto i 2 mila euro. Inoltre, le regole per i controlli della Guardia di Finanza cambiano in favore delle aziende.

MUTUI. Aumenta il numero dei destinatari della disciplina sulla rinegoziazione dei mutui ipotecari a tasso variabile. L'importo dei finanziamenti rinegoziabili è elevato da 150 mila a 200 mila euro. Cambia la modalità di calcolo del tasso da usura.

PIANO CASA. Si introduce tra l'altro il meccanismo del 'silenzio-assenso' per il rilascio del permesso di costruire, ad eccezione dei casi in cui sussistano vincoli. Vengono superati eventuali vincoli regionali.

BANCHE. Limitata la possibilità da parte delle banche di modificare unilateralmente i contratti con le aziende (ius variandi). Eventualità che potrà essere applicata solamente ai contratti futuri e non a quelli in corso e mai se uno dei contraenti è una microimpresa. In ogni caso deve essere approvata dal cliente una particolare clausola che "specifichi eventi e condizioni, predeterminati nel contratto". Passa poi da 150mila a 200mila euro il limite per la ricontrattazione dei mutui sulla casa

TURISMO. Nei territori costieri sono istituiti i Distretti turistici che potranno usufruire di agevolazioni amministrative, fiscali e finanziari.

APPALTI. Modificata la disciplina che li regolamenta rispetto alla finanza di progetto. Vengono innalzati i limiti di importo per l'affidamento degli appalti di lavori senza gare (un milione). Inoltre è previsto lo scomputo del costo del lavoro nella determinazione dell'offerta migliore.

SANITÀ. L'aggiornamento del libretto sanitario, nel caso di cambi di residenza, da parte delle Asl sarà semplificato.

TRASPORTI. Semplificazioni burocratiche per quelli eccezionali su gomma- Per usufruirne sarà sufficiente la trasmissione in via telematica della prescritta autorizzazione all'ente proprietario o cessionario per le autostrade o le strade almeno 15 giorni prima.

SISTRI (Sistema di tracciabilità dei rifiuti). Per le società che hanno meno di dieci dipendenti il termine dovrà essere individuato entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge e comunque non prima del 1 giugno 2012 .

SCUOLA. Ai docenti incaricati a tempo determinato, continuativamente in servizio presso più classi, sarà riconosciuta una speciale valutazione del servizio prestato presso sedi considerate in zona disagiata. Nuove graduatorie ogni tre anni.

ACQUA. Viene istituita l'Agenzia per i servizi idrici con compiti di vigilanza e regolazione.

Commenta Stampa
di ElleVì
Riproduzione riservata ©