Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

DETRAZIONI PER SPESE ISTRUZIONE E FREQUENZA ASILI NIDO


DETRAZIONI PER SPESE ISTRUZIONE E FREQUENZA ASILI NIDO
05/03/2014, 09:54

La detrazione fiscale del 19% è concessa, tra le tante altre ipotesi, anche per le spese sostenute per la frequenza ai corsi di istruzione secondaria, universitaria, di perfezionamento e di specializzazione universitaria.

Tali corsi possono essere tenuti presso istituti o università italiane o straniere, pubbliche o private.

E’ detraibile anche l’iscrizione agli anni fuori corso.

L’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto come detraibili anche le spese sostenute per l’iscrizione al dottorato di ricerca.

Il beneficio fiscale è concesso inoltre sulle spese sostenute dai genitori per il pagamento delle retterelative alla frequenza di asili nidoda parte di figli compresi fra i tre mesi e i tre anni.

Il limite di spesa su cui calcolare la detrazione è di 632 euro. Lo sconto massimo è dunque di 120,08 euro.

Il beneficio fiscale spetta per le rette pagate per ogni figlio per la frequenza di asili nido sia pubblici che privati.

La documentazione di spesa può essere costituita da fatture, bollettini bancari o postali, ricevute o quietanze di pagamento, e va divisa tra i genitori sulla base dell’onere sostenuto da ciascuno (A cura del Centro Studi Lepre Group).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©