Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Differenza tra visure catastali e certificato catastale


Differenza tra visure catastali e certificato catastale
12/11/2013, 15:11

La Lepre Group spiega la differenza tra visure catastali e certificato catastale.
In cosa si differenziano i due documenti? Lo dicono i nomi stessi. La visura è l’atto con il quale si accede a un’informazione non in proprio possesso, presuppone dunque un’indagine da parte dell’utente del servizio.
Il certificato serve invece all’utente per dimostrare, in genere a un’autorità pubblica, i termini essenziali di una determinata situazione.
Più precisamente, il certificato catastale è il documento ufficiale che rappresenta i contenuti riportati negli atti catastali e nella ulteriore documentazione presente negli archivi dell’Agenzia delle Entrate.
Il certificato può riguardare:

• i dati identificativi e reddituali di terreni e fabbricati
• i dati anagrafici delle persone fisiche o giuridiche intestatarie dei beni immobili
• i dati grafici dei terreni (mappa catastale) e delle unità immobiliari urbane (planimetrie)
• copia di tipi di frazionamento
• copia di elaborati planimetrici
• copia di monografie di punti trigonometrici catastali
• copie di interi fogli di mappa del catasto terreni.
Viene rilasciato dagli Uffici provinciali – Territorio dell’Agenzia.
Se riguarda atti meccanizzati, cioè documenti già inseriti nella banca dati dell'Agenzia, è possibile richiederlo presso qualsiasi Ufficio provinciale. Il rilascio avviene nello stesso giorno della richiesta.
Se, invece, la richiesta è relativa ad atti non meccanizzati, la stessa può essere presentata esclusivamente presso l'Ufficio provinciale competente per territorio. (Fonte: Lepre Group)

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©