Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

La crisi ha congelato i prestiti per l'acquisto abitazione

Diminuito il numero di mutui concessi ai giovani


Diminuito il numero di mutui concessi ai giovani
15/07/2012, 09:07

ROMA – Diminuito di oltre il 20% ,nel periodo 2008-2011, il numero di mutui concessi dalle banche per l'acquisto di abitazioni rispetto al quadriennio 2004-2007''. E la frenata, durante il periodo di crisi,  ha interessato soprattutto i giovani.  Questo stato di cose emerge dallo studio 'La crisi e le famiglie italiane' e i conti li hanno fatti tre economisti della Banca d'Italia: Roberto Felici, Elisabetta Manzoli e Raffaella Pico.
''Nel quadriennio 2008-2011 il numero totale di contratti stipulati dagli individui con meno di 35 anni e' diminuito di oltre il 30% rispetto al quadriennio 2004-2007''.
La crisi ha quindi congelato i prestiti per l'acquisto dell'abitazione: "Dal 2008 al 2011 il numero dei nuovi mutui concessi si è ridotto mediamente del 9,1% ogni anno, a fronte di un aumento medio dell'8,5% nei tre anni precedenti".
 Nel dettaglio la ricerca, che utilizza le informazioni relative a circa 2 milioni di contratti di mutuo per l'acquisto della casa, rileva che nel periodo 2008-2011 il numero dei mutui di importo superiore ai 75 mila euro concessi alle famiglie consumatrici dalle banche partecipanti alla Rilevazione analitica dei tassi d'interesse "é risultato sistematicamente più basso rispetto al quadriennio precedente".
Dal 2004 al 2007 il numero medio annuo di contratti stipulati è infatti "stato pari a circa 266.000; nel periodo successivo è diminuito del 22%, a 208.000".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©