Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Molto più alta delle previsioni del governo

Disoccupazione a gennaio al 9,2%: mai così alta dal 2004


Disoccupazione a gennaio al 9,2%: mai così alta dal 2004
01/03/2012, 10:03

ROMA - Continua ad aumentare la disoccupazione in Italia. Secondo le rilevazioni Istat, a gennaio ha raggiunto il 9,2%, con un aumento dello 0,2% rispetto a dicembre. Si tratta del livello massimo mai raggiunto dal 2004 quando, dopo l'approvazione della legge Biagi, l'uso spropositato di contratti a termine concesso da quella legge fece bruscamente calare il dato. Ma se andiamo a guardare il numero dei disoccupati, con 2,3 milioni abbiamo raggiunto un livello che non si registrava dal 2000.
L'aumento di disoccupati è di 64 mila persone rispetto a dicembre e 286 mila rispetto al gennaio 2011. Diminuiscono gli inattivi di 63 mila unità, ma restano comunque il 37% della popolazione.
Come sempre, a pagare la parte più alta della disoccupazione sono i giovani: ben il 31,1% dei giovani tra i 15 e i 24 anni non trova lavoro,con un aumento dello 0,1% rispetto a dicembre e del 2,6% rispetto a gennaio 2011. Con un dettaglio statistico che comincia a preoccupare: sono cinque mesi che il tasso di disoccupazione giovanile è sopra il 30% stabilmente, e continua ad aumentare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©