Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I dati più allarmanti dal 1977

Disoccupazione giovanile: è record storico

Toccati il 41,6% dei disoccupati

Disoccupazione giovanile: è record storico
08/01/2014, 11:44

E’ dal 1977, anno d’inizio delle serie storiche, che non si registravano dati così disastrosi in merito alla disoccupazione giovanile.  I dati relativi a novembre si attestano, infatti, al 12,7% in crescita rispetto al 12,5% registrato a ottobre. Rispetto a novembre 2012 si registra dunque un aumento di 1,4 punti. Il tasso di disoccupazione giovanile è cresciuto ancora toccando il 41,6% in aumento di 0,2 punti rispetto a ottobre (dato rivisto al rialzo al 41,4%) e di quattro punti rispetto a novembre 2012. I disoccupati a novembre erano quindi tre milioni 254 mila, in aumento di 57 mila unità rispetto a ottobre (+1,8%) e di 351 mila unità rispetto a novembre 2012 (+12,1%). La crescita tendenziale della disoccupazione è molto più consistente per gli uomini (+17,2%) che per le donne (+6,1%). Sempre l’Istat rivela che A novembre gli occupati erano 22 milioni 292 mila, in calo dello 0,2% rispetto a ottobre (-55 mila) e del 2% su base annua (-448 mila). Il tasso di occupazione, dunque, si attesta nel mese al 55,4%, diminuendo di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di un punto rispetto a novembre 2012. Il tasso di occupazione tra gli uomini è diminuito più rapidamente di quello femminile (-0,3 punti su mese e meno 1,7 punti su novembre 2012).

 

Commenta Stampa
di Arianna Piccolo
Riproduzione riservata ©