Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

In questo modo l'Italia sarà competitiva a livello europeo

Dogana: il "Porto in rete" favorirà le operazioni mercantili


.

Dogana: il 'Porto in rete' favorirà le operazioni mercantili
15/04/2010, 16:04

 NAPOLI – Creare un sistema informatico che possa favorire le operazioni di imbarco e sbarco doganali. E’ questo l’ambizioso progetto promosso da “Il porto in rete”, realizzato con la collaborazione dell’Unione Industriali di Napoli e dell’Agenzia delle Dogane. Grazie all’ausilio del computer presto sarà possibile controllare la sequenza delle procedure da svolgere, garantendo cosi la certezza della prassi e la trasparenza amministrativa e favorendo anche il lavoro delle imprese. “E’ una grande opportunità” – ha sottolineato il rappresentante degli spedizionieri Domenico De Crescenzo –“Ad oggi a Napoli abbiamo solo un varco d’uscita, percui per sapere da dove proviene la merce abbiamo bisogno dei documenti. Grazie a questo sistema non sarà più così, ed invece sarà finalmente possibile avere controlli univoci a livello comunitario”.
Procedure più veloci, dunque, che serviranno agli addetti ai lavori ma no solo. Come spiega la direttrice del comparto tecnico della Dogana Teresa Alvaro, il porto telematico renderà l’Italia competitiva a livello europeo e svilupperà il potenziale che il nostro paese già possiede ma non utilizza.  Il tutto, con l’ausilio anche di un altro progetto promosso dalla Dogana, dal titolo “Il Trovatore”, che si occuperà di suggellare i container, verificare a distanza le merci e realizzare appieno tutte le fasi del ciclo portuale.
Soddisfatto per l’iniziativa si è mostrato anche il vicepresidente dell’Unione Industriali Gennaro Moccia: “Come associazione raccogliamo la sfida a far sì che gli elementi che oggi sono di disgregazione, tra comparti differenti, domani si trasformino in preziosi aggregativi”, ha concluso.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©