Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ECONOMIA, DRAGHI: “L’ITALIA PUO' TORNARE A CRESCERE, MA DEVE RIDURRE LE TASSE"


ECONOMIA, DRAGHI: “L’ITALIA PUO' TORNARE A CRESCERE, MA DEVE RIDURRE LE TASSE'
31/05/2008, 12:05

La debolezza dell'economia internazionale proseguirà almeno per il 2008, ma l'Italia "ha desiderio, ambizione, risorse per tornare a crescere". Una crescita senza la quale sarà difficile migliorare i conti pubblici che quest'anno "si prospettano meno favorevoli". Nelle sue considerazioni finali, il governatore della Banca Italia Mario Draghi guarda al contenimento della spesa pubblica e punta l'indice su un fisco troppo pesante - 3 punti sopra la media europea - auspicando un piano per la riduzione di alcune aliquote, che "migliorerebbe le aspettative di famiglie e imprese". Draghi rileva altresì che "la spesa delle famiglie italiane è frenata dalla bassa progressione del reddito disponibile" e invita a dare fiducia ai giovani, "mortificati", tra l'altro, da un' "istruzione inadeguata" e da "un'organizzazione produttiva che troppo spesso non premia il merito e non valorizza le capacità". Il governatore di Bankitalia spiega poi che, per l'economia mondiale, il "principale elemento di preoccupazione resta il continuo aumento dei prezzi dell'energia e di altre materie prime".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©